Burzum
NEWSBIOGRAPHYDISCOGRAPHYPHOTOSLIBRARYDOWNLOADSCONTACTS

LIBRARY

Racconto di un bardo: Parte V - Loki

Così come Heimdallr, Loki dal vivace ingegno ha disorientato per secoli i cosiddetti esperti di mitologia nordica. È stato etichettato come l’Hephaestus scandinavo, il claudicante fabbro degli dei Olimpici, ma il suo nome non è mai stato tradotto degnamente da nessuno di loro. Un fatto abbastanza strano.

Loki si traduce con "serratura" (in inglese lock), "coperchio" (lid), "fine" o "termine" (end), dalla radice indoeuropea *LUK, che significa "chiudere qualcosa". Sebbene ciò abbia senso, poiché Loki è la ragione per cui il mondo ogni anno termina col/nel Ragnarok, questa traduzione non è sufficiente. L'indoeuropeo *LUK può significare anche "lampo" o "illuminare", e tutto questo ha ancora più senso considerando il fatto che Loki viene sempre di nuovo cacciato da þørr ("tuono"). Inoltre Loki è dio del vento e del fuoco ed egli è il fabbro degli dei.

Rispetto ad Heimdallr, Loki è agli antipodi: Heimdallr media tra Cielo e Terra, Loki tra Cielo e Terra provoca guerra; Heimdallr è la benedizione, Loki è la corruzione; Heimdallr schiude i mondi, mentre Loki li termina e li chiude; l'arcobaleno di Heimdallr annuncia la pietà degli dei, la fiamma di Loki si muove furtiva e cheta, astuta e gonfia di tradimento, fino ad esplodere in un fuoco che tutto consuma, come il fulmine quando colpisce la terra; Heimdallr porta i doni dei morti (gli elfi luminosi), mentre Loki porta i doni dei nani (gli elfi oscuri); Heimdallr è la bianca pura e calma pace nel cuore degli uomini, il vigile guardiano del Cielo, Loki è ogni istinto sfrenato e feroce che si raccoglie ed esplode nella fiamma della passione che esaurisce; Heimdallr è un dio semplice, Loki probabilmente è il più luminoso di tutti; Heimdallr è leale ed affidabile, Loki infido e infedele; Loki deruba Freyja della sua collana, Heimdallr gliela restituisce.

Dalla mitologia impariamo che Heimdallr discende al cospetto del guardiano del ponte di Hel quando viene mandato in soccorso di Iðunn, ma in realtà è Loki colui che la salva. Heimdallr, così come Hermöðr d'altro canto, viene mandato in soccorso di Baldr (ovvero Bragi), il marito di Nanna (ovvero Iðunn). Questo può confondere alcuni, ma il fatto è che Heimdallr e Loki sono un unico dio. Semplicemente essi rappresentano le forze opposte dello stesso dio.

Loki è un dio, tuttavia soccorre Iðunn, un compito che, come insegna la mitologia greca, dovrebbe spettare ad Iris (ovvero Freyja), la controparte femminile di Hermes (ovvero Odino) oppure ad una dea o sacerdotessa che la impersoni. Hermes segue gli uomini morti nell'Ade, ma le donne morte sono responsabilità di Iris.

Loki fa tutto questo, nella mitologia scandinava. Egli inoltre dà alla luce Sleipnir, il cavallo che serve come mezzo di trasporto verso Hel, e in almeno un'occasione egli si traveste da donna. Essendo l'opposto del barbuto Heimdallr, non è improbabile che Loki in origine fosse una dea e sembra che la divinità Heimdallr-Loki possa essere concepita come un Ermafrodito scandinavo (il figlio androgino di Hermes e di Afrodite), di cui Loki rappresenti la parte femminile.

Col/Nel Ragnarok, Heimdallr e Loki si uccidono l'un l'altro: il dio bianco (Belobog) uccide il dio oscuro (Czernybog) e viceversa, così come, alla fine di ogni anno solare, forze opposte si riconciliano affinché da questo passaggio/frizione un nuovo anno abbia inizio.

Heimdallr creò l'uomo, ma egli è anche il nostro Loki (in questo caso, la "fine"), poiché egli è Cronos (il tempo), e l'uomo non sopravvive al tempo.

Varg "il Grigio" Vikernes
23.09.2006 (Tromsø, Norvegia)
Tradotto da Lupo Barbero Belli



Compesce Mentem
("Domina le tue passioni")


© 1991-2019 Property of Burzum and Varg Vikernes | Hosted at Majordomo | Secured by COMODO PositiveSSL