Burzum
NEWSBIOGRAPHYDISCOGRAPHYPHOTOSLIBRARYDOWNLOADSCONTACTS

LIBRARY

Racconto di un bardo: Parte III - Il Dio Bianco

Un tempo Svarog (Odino), il padre celeste, ordinò a suo figlio Belobog/Kolada (Heimdallr) di creare una degna razza di uomini. Già esistevano creature umanoidi, nani dalle sembianze di vermi e grotteschi giganti, ma essi erano poco o per nulla utili a Svarog. Egli aveva bisogno di una razza di uomini migliori, per aiutarlo a proteggere il cosmo (ordine, bellezza) nella guerra che era in corso contro il caos (vuoto).

Belobog/Kolada lasciò il Cielo e creò sulla Terra una razza di esseri umani conosciuta come la progenie degli Schiavi. Gli Schiavi avevano una pelle nera e rugosa, brutte facce, schiene ricurve, nasi storti e lunghi calcagni. Insoddisfatto del risultato, Belobog/Kolada continuò nella sua missione e presto ebbe creato un'altra razza di esseri umani, conosciuta come la progenie degli Uomini Liberi. Gli Uomini Liberi avevano visi rossi, capelli d'un rosso bruno e occhi attenti. Non ancora soddisfatto, egli continuò nella sua missione e creò una terza razza di esseri umani, conosciuta come la Nobile Progenie. I Nobili avevano capelli biondi e la pelle chiara, così come gli occhi, taglienti come quelli di un dragone.

Alla fine Svarog fu contento e ordinò a Belobog/Kolada di ritornare sulla Terra per insegnare ai Nobili le rune (segreti, tradizioni sussurrate), ed egli lo fece. Belobog/Kolada eresse poi il suo trono sul Polo Nord, tra Cielo e Terra, così da poter vegliare sui suoi più nobili figli. Da là egli poteva vedere ed ascoltare ogni cosa che accadeva sulla Terra ed ogni anno faceva visita ai suoi figli al Solstizio d'Inverno, per compensare i buoni con dei doni e mettere in guardia gli altri.

Così termina la storia su come il Dio Bianco creò l'uomo e sul perché soltanto alla nobiltà del genere umano, la razza nordica europea, è concesso di sedere accanto a Svarog nel più sacro dei palazzi in Cielo.

Varg "Il Bianco" Vikernes
04.09.2006 (Tromsø, Norvegia)
Tradotto da Lupo Barbero Belli



"Every cat to her kind"

© 1991-2019 Property of Burzum and Varg Vikernes | Hosted at Majordomo | Secured by COMODO PositiveSSL