europei Varg Vikernes - Paganesimo: Parte XX - Onore pagano

Burzum
NEWSBIOGRAPHYDISCOGRAPHYPHOTOSLIBRARYDOWNLOADSCONTACTS

LIBRARY


© & ® Varg Vikernes. Non riprodurre. Rispettare i diritti d’autore.

Paganesimo: Parte XX - Onore pagano

Esistono molti europei oggi (in Europa e altrove) i quali si definiscono pagani, e il loro numero è in continua crescita. La maggior parte di questi pagani considerano le religioni abramitiche con disprezzo, e molti di noi sono addirittura riluttanti a utilizzare il termine "religione" in relazione al nostro paganesimo, poiché si tratta di un termine ormai troppo insudiciato dai seguaci di dette religioni: a causa loro, il termine "religioso" è divenuto sinonimo di "ignorante", "ritardato", "non scientifico", "ottuso", "dogmatico", "pericoloso" e "ipocrita". Allo stesso modo, spesso noi proviamo un sentimento di repulsione istintiva per tutto ciò che questi religiosi subumani dicono, pensano, fanno, o esprimono in altre maniere. Tutto ciò che dicono dev'essere sbagliato. Tutto ciò che fanno dev'essere cattivo.

Ora, nella maggior parte dei casi abbiamo assolutamente ragione quando la pensiamo così, ma dobbiamo fare attenzione a non buttare il pargolo nel cesso con l'acqua sporca, se mi passate l'espressione, poiché la più rilevante per noi tra le religioni abramitiche, il cristianesimo, in tutte le sue forme e sfumature, non è fondato solamente sulla repellente religione satanica degli ebrei, ma anche sul nostro stesso paganesimo europeo. La maggior parte dei valori morali cristiani sono europei (vale a dire pagani)! Quasi tutte le festività religiose cristiane non sono che corruzioni di nostre alte festività europee! Se spogliamo il cristianesimo del suo contenuto ebraico, eliminando da esso la rivoltante, puzzolente e viscida piovra ebraica che giunge in Europa dalla Giudea, controllando e soffocando i cristiani europei, quel che resta è in gran parte un corpo europeo. Gli è stata strappata la carne, per così dire, ma è ancora un corpo europeo. Anche l'idea di una divinità sacrificata solo affinché essa più tardi ritorni dal regno dei morti è puramente e completamente europea!

L'obiezione che ogni pagano dovrebbe muovere al cristianesimo non è di natura morale, bensì essa riguarda principalmente il rifiuto cristiano dell'onore, e il loro considerare se stessi come umili schiavi subumani agli ordini dell'anti-dìo asiatico degli ebrei; umili schiavi al servizio di questi criminali, poiché essi sono "il suo popolo prescelto", con speciali diritti alle spese di chiunque altro.

Per esempio, quando la Chiesa di Satana (fondata dall'ebreo Anton LaVey [=Levi]) fa del suo meglio per abbattere la morale "cristiana", essa cerca di abbattere gli elementi pagani del cristianesimo. Lo stesso ragionamento può essere applicato a tutti gli altri movimenti (più o meno) nichilistici oggi propagati dagli ebrei e dai loro manipolati lacché come alternativa alle religioni "arretrate" e "dogmatiche". Essi addirittura provano a farci credere che noi siamo pagani nella misura in cui siamo l'opposto di ciò che i cristiani dovrebbero essere. Ciò che è vuoto di morale e privo di regole ci vien presentato come "pagano". Bene, mi dispiace se quanto dirò Vi deluderà, ma non è proprio il caso: non esistono esseri umani in vita che siano più morali, gentili e giusti dei veri europei (cioè dei pagani)! L'elemento che assicura questo è il codice d'onore pagano. L'onore è il fondamento del sistema della regione pagana. Solamente chi sia degno d'onore rinasce, solamente a chi sia degno d'onore è permesso governare, solamente a chi sia degno d'onore è permesso votare, solamente chi sia degno d'onore merita rispetto. Se non si è degni d'onore è molto meglio impiccarsi.

Non è degno d'onore mentire, commettere adulterio, imbrogliare, rubare, intossicarsi (specialmente se lo si fa incoscientemente), fare sesso prima o al di fuori del matrimonio, esercitare violenza o in altro modo arrecar danno a donne e bambini, fuggire di fronte al pericolo, tollerare qualunque forma di maltrattamento da parte di o contro chichessia; non è degno d'onore mancare di rispetto i propri genitori, non lo è approfittarsi della sfortuna altrui, non lo è testimoniare il falso, e così via. Non vi è alcun bisogno di minacce o limitazioni fisiche se si vive in una società che abbia un forte senso dell'onore.

Ora, possedere il senso dell'onore in un mondo completamente marcio dominato dal nichilismo ebraico non è precisamente un vantaggio, e certamente non ci condurrà alla vittoria. Non puoi sconfiggere un nemico sleale con mezzi leali. Davide sconfisse Golia non perché fosse migliore di lui, ma perché imbrogliò portando un'arma proiettile a un duello. Questo ha portato Davide alla vittoria, alle spese del migliore, più forte e più degno d'onore Golia; e per Davide, che naturalmente era un ebreo, questo era ovviamente tutto ciò che contava. Gli ebrei non hanno onore, e utilizzano mezzi disonorevoli ogni volta che possono. Addirittura essi si vantano e celebrano questo, come appunto nel loro mito su Davide e Golia. La morale di quel mito (per gli ebrei) è: "Noi ebrei siamo più deboli, meno abili e non abbiamo alcun senso dell'onore, ma vinceremo comunque, poiché imbrogliamo, mentiamo, pugnaliamo alle spalle e utilizziamo ogni mezzo disonorevole che ci viene in mente". L'unica possibilità che una persona onesta può avere di vincere contro un marcio ebreo è assicurarsi di avere anche lui un'arma proiettile al duello, e di buttar giù il pezzo di merda prima che possa caricare la sua fionda (metaforicamente parlando, chiaramente…).

Quando questo sarà fatto, e la dimora d'Europa nuovamente sarà pulita, dovremo ricordare il nostro codice d'onore. Dovremo costruire una nuova Europa, omogenea, fondata sul nostro codice d'onore pagano. Non su anti-cristianesimo, anti-giudaismo, anti-femminismo, anti-capitalismo, anti-liberalismo o anti-qualunque-altra-cosa, ma sul nostro codice d'onore pagano, scevro di qualunque influenza aliena. Noi non siamo l'opposto di nulla e di nessuno. Noi siamo pagani. Europei nel sangue e nello spirito! Semplicemente, ricominceremo daccapo, come probabilmente abbiamo anche già fatto (ricordate Atlantide, Ultima Thule, Hyperborea, e per quel che ne sappiamo magari anche Marte).

Quando i nostri Golia in futuro rinasceranno in seno alla nostra razza e uccideranno i disonorevoli Davide, usando anche disonorevoli mezzi, portandoci così alla vittoria (sempre metaforicamente parlando), i loro errori verranno per sempre dimenticati, e solamente le caratteristiche degne d'onore ritorneranno alla vita, quando nuovi bambini, come loro d'onor degni, in futuro rinasceranno. Possibilmente non ricordateli per le loro mani insanguinate, per i loro inganni, per le loro menzogne o per i possibili crimini commessi contro i nostri nemici. Ricordateli per il loro contributo, positivo e assolutamente necessario, alla sopravvivenza della nostra nobile e onorevole razza e cultura europea. Ricordateli per i sacrifici che essi fecero per noi tutti.

Varg Vikernes
Bergen, 21.12.2012
Traduzione di Lupo Barbéro Belli



"Tutti vogliono infilzar la spada nel cuore del drago, ma nessuno vuol regger l'elsa."

© 1991-2018 Property of Burzum and Varg Vikernes | Hosted in Mother Russia by Majordomo